Skincare Trends: Slugging

Se ti appassiona la skincare, avrai sicuramente sentito parlare di "slugging", un trend che sta spopolando su tiktok e Instragram e si dice sia nato recentemente in Korea.

In realtà, i dermatologi consigliano da sempre l'utilizzo di questa pratica su pelle irritata e danneggiata.

Ma andiamo per ordine: di cosa si tratta esattamente?

Il termine inglese "slug" significa "lumaca", quindi richiama subito l'immagine della scia lasciata dall'animale.

Ed effettivamente questa pratica lascia la pelle "unta" e lucida, ma non ha nulla a che vedere con la bava di lumaca.

In cosa consiste? 

Consiste nell'applicare sulla pelle, dopo un'accurata detersione e idratazione, un ingrediente occlusivo come ultimo step della routine serale.

Questi ingredienti agiscono come agenti idratanti della pelle in maniera indiretta, ossia attraverso il loro potenziale occlusivo, prevenendo la TEWL (perdita d'acqua transepidermica) tramite un film invisibile sulla superficie della pelle.

Ciò permette di creare una sorta di barriera protettiva che impedisce all'acqua e alle sostanze idratanti applicate di evaporare, "sigillandole" sulla pelle.

Molto popolare nei video su tiktok e Instagram, uno degli ingredienti più economici e semplici da reperire in commercio per praticare lo "slugging" è la vaselina, ottenuta dai residui della distillazione del petrolio. La vaselina risulta, insieme al petrolato, uno degli ingredienti più efficaci nel prevenire la TEWL.

Sicuramente, come sappiamo, non è una delle alternative più sostenibili, ed è per questo che l'industria cosmetica cerca costantemente anche ingredienti emollienti alternativi.

Uno studio pubblicato nel 2022, ad esempio, ha testato le performance occlusive di oli e burri vegetali, attraverso analisi comparative con il petrolato, un emolliente sintetico con un alto potenziale occlusivo.

Una delle caratteristiche principali emerse da questo studio è che oli o burri vegetali non provocano un effetto occlusivo immediato, anche se, col passare delle ore, dimostrano di raggiungere una performance comparabile al petrolato (dopo circa 6 ore). Gli scienziati hanno quindi dimostrato come oli e burri vegetali possano tranquillamente essere una valida -e più sostenibile- alternativa agli emollienti sintetici.

A chi è consigliato lo "slugging"?

Come si intuisce, questa pratica non è indicata per pelli grasse, miste e a tendenza acneica perché risulterebbe eccessivamente occlusiva e potrebbe peggiorare la situazione. 

È invece perfetta per pelli secche o molto secche e, spesso, può aiutare a proteggere la pelle affetta da condizioni patologiche come rosacea o dermatite atopica, compensando, in parte, le funzioni protettive della barriera cutanea compromessa.

Molti dermatologi lo consigliano anche per la pelle sottile e sensibile del contorno occhi.

Il mio consiglio:

Se lo slugging ti fa sentire bene e la tua pelle ne trae beneficio, praticalo senza problemi, utilizzando gli emollienti che preferisci.

Ricorda solo di NON applicare retinoidi, esfolianti o sostanze irritanti prima di praticare lo slugging perché l'effetto di tali ingredienti risulterebbe amplificato e rischieresti di danneggiare la barriera cutanea.

Attenzione anche al contorno occhi: potrebbe causare la formazione dei fastidiosissimi grani di miglio.

E, come sempre, ascolta la tua pelle e non seguire a tutti i costi le mode. ;)

Stay beYOUtiful!

 

Bibliografia:

J.R. Pinto JR, S.A. Monteiro E Silva SA, V.S.S. Holsback VSS, G. Ricci Leonardi, Skin occlusive performance: Sustainable alternatives for petrolatum in skincare formulations, "J Cosmet Dermatol.", 2022

M. Lodén, Role of topical emollients and moisturizers in the treatment of dry skin barrier disorders, "Am J Clin Dermatol.", pp.771-778 (2003)

H. Baldwin, A.F. Alexis, A. Andriessen, D.S. Berson, P. Farris, J. Harper, E. Lain, S. Marchbein, L. Stein Gold, J. Tan, Evidence of Barrier Deficiency in Rosacea and the Importance of Integrating OTC Skincare Products into Treatment Regimens, "J Drugs Dermatol.", pp. 384-392 (2021) 

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati